Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

I viaggi dell'Anto

i viaggi non finiscono mai

I viaggi dell'Anto

Le navettes di Marsiglia

Nel mio girovagare in Provenza, ho scoperto le navettes di Marsiglia.

Un dolce delicato dal nome  evocativo che mi ha incuriosito.

Le origini leggendarie delle navettes

Per andare alla ricerca delle origini delle navettes di Marsiglia, dobbiamo risalire al lontano 48 d.c.

La leggenda vuole che una barca senza remi e senza vele  approdasse in Camargue dove ora sorge la città di Saintes-Maries-de-la- Mer.

Su quella barca che vagò per lungo tempo in mare prima di arrivare in Francia , si trovavano Maria Salomè, Maria di Giacomo,  Maria Maddalena e la loro serva  Sara , in fuga da Gerusalemme dopo la crocifissione di Gesù.

la croce della Camargue sulla facciata della chiesa di Saintes-Maries-de-la-Mer legata dalla leggenda all'origine delle navettes di Marsiglia
l’entrata della Chiesa delle Sante Marie

In ricordo di questa barca, i marsigliesi avrebbero inventato dei gustosi biscotti, chiamati navettes perchè la loro forma ricorda una barca.

Un’altra versione dell’origine delle navettes di Marsiglia è quella di una statua della Vergine in legno colorato,  trovata arenata al Vecchio Porto nel XII secolo.

Gli abitanti della città lo interpretarono come un segno del destino e lo celebrarono con un dolce a forma di nave.

le navettes di Marsiglia piccoli dolci a forma di nave dal delicato profumo di arancio
le navettes di Marsiglia,

Nel segno della tradizione

Qualunque sia la loro origine, le navettes sono molto care ai Marsigliesi e la loro tradizione viene mantenuta viva.

Tutti gli anni il 2 Febbraio , festa della Candelora, il Vescovo di Marsiglia all’alba porta in processione, seguito dai fedeli,  la statua della Vergine dal Vieux Port all‘abbazia di Saint Vicor .

Dopo la Messa procede alla benedizione del Four des Navettes che si trova di fronte alla chiesa ed è il più antico forno di Marsiglia,

Il Four des Navettes, il più antico forno di Marsiglia
Il Four des Navettes, il più antico di Marsiglia

La ricetta di questo biscotto dal sapore fresco e morbido con un delicato profumo di fiori d’arancia, è logicamente segreta e gelosamente custodita.

Possiamo immaginare che sia un impasto di farina, zucchero e burro aromatizzato all’arancia e (forse) all’anice.

Non ci resta che assaggiarli e scoprire le differenze tra i diversi produttori.

A me piacciono molto le navettes che si trovano da Les Navettes des Accoules. Una panetteria nel cuore del pittoresco quartiere del Panier che mi adoro particolarmente.

l'entrata del forno Les Navettes des Accules che si trova nel quartiere del Panier
Les Navettes des Accules, nel cuore del pittoresco quartiere del Panier

16 Replies to “Le navettes di Marsiglia”

  • Marsiglia è una città a cui devo ridare una chance. Ci sono stata poche ore e non mi ha colpito molto, però secondo me l’ho sottovalutata.

    • Anche a me è capitato così, al primo impatto non mi ha colpito. E’ una città con grossi problemi ma il centro storico mantiene intatto il suo fascino

  • Come i marinai che hanno una donna in ogni porto io invece ho un dolce preferito in ogni paese che visito. Marsiglia però mi manca, prima o poi assaggerò anche che Navettes di Marsiglia!

  • Dovrò tornare a Marsiglia allora, le navettes mi erano completamente sfuggite e se dici zucchero, burro e aroma d’arancia (lo adoro nei dolci) io ci sono! 😄😍 Non hai mica una foto più ravvicinata? Mi piacerebbe contemplarle da vicino per sbavare un po’ 😁😋😋

    • ah ah non ho fatto in tempo a fotografarle che sono sparite subito! La prossima volta che le compre le fotografo

  • Siamo stati diverse volte a Le Saintes Mariee de la mer. Un paesino magico per noi, dove riusciamo a coniugare l’amore per il mare con quello per la campagna, tra fenicotteri, promenade a cheval e mandrie di tori. Questi dolci sono semplici e gustosi, proprio come i luoghi in cui nascono.

    • Les Saintes Maries è un luogo veramente affascinante anche per la leggenda della barca delle tre Marie, chissà se è vero che la forma dei dolci deriva da quella barca… a me piace comunque pensare che sia così

  • Non sono mai stata a Marsiglia ma ce l’ho in programma per il prossimo anno! Non potrò assolutamente perdermi, quindi, le Navettes…sembrano deliziose! 🙂

  • Pochi ingredienti per un prodotto di qualità. Non li ho mai assaggiati ma quando viaggio mi piace sempre provare i piatti tipici che comprendono ovviamente anche i dolci. Da segnare assolutamente!

    • sono una specialità poco conosciuta rispetto ad altri piatti caratteristici di Marsiglia come la bouillabaisse, ma credimi che le navettes sono deliziose!

    • E’ un biscotto che non è dolce come i biscotti, assomiglia a un grissino ma non lo è… bisogna proprio assaggiarla la navette!

  • Non ho mai provato questi dolcetti, ma dalla tua descrizione mi ispirano un sacco!
    Molto interessanti anche le leggende riguardo alla loro invenzione, adoro conoscere queste curiosità sulle specialità culinarie di altri paesi.
    Dovessi mai capitare a Marsiglia, non mancherò di assaggiarle 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi