I viaggi dell'Anto

i viaggi non finiscono mai

I viaggi dell'Anto

Scicli, la Vigata di Montalbano

A Scicli, lo ammetto, ci sono andata soprattutto per lui.

per lui, Salvo Montalbano che ho adorato da quando era ancora nella penna di Cammilleri senza il volto di Zingaretti.

Adesso che il Maestro ci ha lasciati, sento già la nostalgia del Commissario e della sua Vigata.

veduta di Scicli, la Vigata televisiva

Vigata in realtà non esiste . O meglio Vigata esiste in quanto summa di tanti luoghi diversi della Sicilia.

E’ probabile che Cammilleri , descrivendola, pensasse a Porto Empedocle, la sua città. Il regista della fiction televisiva – Alberto Sironi anche lui recentemente scomparso – ha scelto invece per “interpretarla” la suggestiva Scicli.

un vicolo di Scicli tra le case di colore dorato

Altrettanto sinceramente ammetto che una volta arrivata a Scicli, le avventure di Montalbano sono passate in secondo piano e mi sono lasciata conquistare dall’incantevole bellezza della città.

i palazzi di Scicli sono decorati con fregi su tutta la facciata

Scicli: un trionfo barocco

Nel 1693 un devastante terremoto distrusse gran parte della Sicilia orientale. Scicli fu quindi ricostruita nello stile dell’epoca, il barocco .

Il barocco siciliano ha però delle caratteristiche di decoro così particolari che lo rendono unico: ricco, opulento, sensuale, scenografico e allo stesso tempo elegantissimo.

le decorazioni del barocco siciliano sono ricche di mascheroni e stemmi

Basta fare pochi passi lungo la strada principale di Scicli – Via Mormino Penna – per sentirsi avvolti dall’eleganza e dalla bellezza di proporzioni dei suoi edifici.

I palazzi sono decorati con fregi e mascheroni, grandi portali e stemmi nobiliari. I balconi hanno splendide balaustre ricurve cosiddette “a petto d’oca” appositamente studiate per contenere le ampie gonne delle signore del 700.

i balconi a petto d'oca di Scicli

Il Palazzo Beneventano, che è stato definito uno dei più bei palazzi barocchi siciliani , è decorato con splendide teste di moro e stemmi elaborati.

Le teste di moro ornano la facciata di Palazzo Beneventano a Scicli

Palazzo Spadaro sorprende per gli otto balconi simmetrici con le balaustre convesse .

balconi  decorati dei palazzi di Scicli

E poi c’è la Chiesa del Carmine con un bellissimo portale, lo stemma dell’Ordine e le numerose statue.

un particolare degli stemmi barocchi di Scicli

Infine la scenografica chiesa di San Bartolomeo inserita nella meravigliosa cornice di un canyon naturale in perfetta armonia con le rocce che la circondano.

Due passi a Vigata

Il Palazzo di Città, ovvero il Municipio di Scicli, è il Commissariato di Vigata.

Dai suoi gradini abbiamo visto scendere Fazio e sul bel pavimento lastricato di Via Penna abbiamo sentito sgommare la Tipo scassata di Montalbano.

Il Palazzo del Comune di Scicli è, nella fiction, il Commissariato di Vigata

L’Ufficio del Sindaco di Scicli diventa nella fiction la stanza del Questore, mentre l’entrata della Questura di Montelusa è il portone di Palazzo Beneventano.

palazz di Scicli

Le bellissime immagini della sigla iniziale, indugiano sulla Chiesa di San Bartolomeo e si allargano per una visione aerea spettacolare dei vicoli di Scicli.

una delle tante bellissime chiese di Scicli

Infine, non lontano da Scicli, a Sampieri si trova la Fornace Penna. Lo stabilimento bruciato che assomiglia a una basilica.

Un bellissimo esempio di archeologia industriale che ha fatto da sfondo a più di un’indagine di Montalbano.

La fornace Penna non lontano da Scicli ha fatto da sfondo ad alcuni episodi di Montalbano

Grazie alla sua elegante bellezza Scicli e tutta la Val di Noto sono inseriti dal 2002 nella lista dei Beni Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco.

Vale la pena lasciarsi ammaliare dalle bellissime chiese e dai meravigliosi palazzi di questa parte di Sicilia che sa proprio conquistare il cuore.

i balconi con le balaustre convesse erano fatti per contenere le ampie gonne delle dame

42 Replies to “Scicli, la Vigata di Montalbano”

  • Adoro questa parte della Sicilia. È incantevole. Io poi sono una fan del barocco, e vado in brodo di giuggiole dinanzi a queste cattedrali, a questi edifici così riccamente decorati. Eppure sai che , nonostante io sia un accanita lettrice, non ho mai letto nulla di Camilleri? Non mi intriga 😅

    • la Sicilia barocca è di una bellezza che veramente stordisce. Quanto a Cammilleri se lo inizi a leggere ti innamori

  • Hai ragione è un luogo davvero bello ed elegante. Io mentre ti leggevo non ho potuto fare a meno di notare i colori del cielo e mi è venuta nostalgia per quei luoghi e quei profumi che tanto ho amato durante il mio viaggio in Sicilia. Una nostalgia bella che mi ha fatto venire voglia di tornarci entro la fine dell’anno.

  • Hai fatto una sorta di viaggio in tema Montalbano! Io in Sicilia non sono mai stata ancora (momento di vergogna!) ma Scicli me l’hai fatta amare subito. Con il suo stile e I suoi balconi, con quei colori che non possono non rapirti. Dovrei leggere qualche libro su Montalbano prima di partire, di sicure darebbe ancora piu’ enfasi al viaggio poi!

    • Se ti capita vacci davvero in Sicilia, è una terra magnifica ricca e luminosa e poi il barocco è un vero trionfo di bellezza e di opulenza. Anche senza Montalbano, credimi!

  • Devo proprio visitare la Sicilia…. che meraviglia! Che palazzi e piazze meravigliose…. anch’io seguo con piacere le avventure di Montalbano anche se in tv e non sui libri di Camilleri quindi in qualche modo sono affezionata a queste località…. spero di poterle visitare presto!

  • Quando feci il tour della Sicilila, Scicli non era inclusa, ma mi fu caldamente raccomandata da una proprietaria del B&B dove dormimmo ai piedi dell’Etna: “Scicli è un salotto” mi disse. Aveva ragione!

    • Anche io non l’avevo mai sentita nominare ma a Punta Secca (la casa di Montalbano..) ho sentito delle persone che ne parlavano e così ci siamo andati

  • Quanto adoro lo stile barocco, non quanto il gotico, ma penso decisamente che sia in seconda posizione; poi quello siciliano è veramente elegante! I balconi per contenere le gonne delle signore sono una chicca in più 😀
    Ho letto pochissimo Camilleri, quindi quest’anno, dopo la sua scomparsa, ho iniziato qualche suo libro per rendergli omaggio; mi sentivo in colpissima!

    • Ho adorato Cammilleri dal primo libro che ho letto tanti tanti anni fa e poi ho adorato la Sicilia indipendentemente da lui. Se li metto insieme sono felice!

  • Non ho mai visto la serie ne letto i libri. Questo paesino è stupendo!! In Sicilia non ci sono ancora stata, dovrei rimediare!

  • Arrossendo ammetto di non aver mai letto né guardato Montalbano… ma le fotografie mi hanno colpito, pur non avendo un legame “sentimentale” con la storia del commissario

    • Scicli è di una bellezza avvolgente da sola. Non a caso hanno scelto di girare proprio lì le scene di una delle fiction più amate

  • Oddio che ricordo mi hai fatto affiorare che avevo rimosso! Avevo visitato Scicli con i miei genitori anni fa per la stessa ragione ma c’ero rimasta male quando ho saputo che la casa dove giravano il film era a Punta Secca e non a Scicli…!

  • Ho visitato poco della Sicilia ma la adoro. C’è una luce e un’atmosfera che la rendono unica e indimenticabile. Mi piacerebbe moltissimo visitare questi luoghi, e pur non conoscendo Montalbano (#shame) me lo sono immaginato fuori dal palazzo del Municipio. Spero di tornare molto presto in Sicilia e innamorarmene ancora.

  • Sono stata in Sicilia ormai tredici anni fa e la ricordo con affetto e riverenza! Il paesino che ci hai mostrato sarebbe la tappa perfetta per un viaggio in macchina alla scoperta della Val di Noto e, chissà chissà, magari potrei proprio farci un pensierino. 😉

    • si, sarebbe perfetto per un giro in macchina nella zona di Noto e Ragusa, bellissima parte di Sicilia

  • La Sicilia è tutta bellissima ma questa parte è particolarmente ricca di storia e fascino. Io la adoro nonostante non sia una fan di Montalbano!

    • anche io adoro il barocco Siciliano, se intorno c’è qualche avventura del commissario ancora meglio

  • Scicli era il paese di mio nonno che, trasferitosi nella provincia di Bergamo, lo ha sempre rimpianto. Quando ero piccola, nessuno lo conosceva e, anzi, essere del sud (al nord) era un’onta. Oggi Scicli è uscito alla ribalta e sono felice che grazie a una fiction di successo si riesca ad apprezzarne tutta la bellezza e il fascino. Sampieri è invece la spiaggia dell’infanzia e della giovinezza di mia mamma. Grazie per aver parlato di questi luoghi del cuore.

    • Ma dai Roberta che emozione sapere che tuo nonno era di Scicli! Hai ragione, una volta il Sud era poco conosciuto e poco apprezzato dalla gente della Padania, per fortuna adesso la mentalità è cambiata e tutti sono consapevoli delle bellezze e delle ricchezze artistiche e culturali del nostro meridione, anzi della nostra Italia che è tutta bellissima

  • Sto girando spesso all’estero, ma non sono mai stata in Sicilia, che vergogna! Mi rifarò sicuramente in un futuro non molto lontano, muoio dalla voglia di girare l’isola in auto. E’ sulla mia lista!

  • Non sono una grande fan del barocco, anzi adoro la linearità e la semplicità del romanico. Eppure di fronte al Barocco siciliano mi sono dovuta ricredere. Come scrivi anche tu, le linee di questo stile conferiscono un’eleganza unica agli edifici. Non solo, vogliamo parlare del colore di questa pietra?

    • Concordo con te, Raffaella. Anche io non ero una fan del barocco ma in Sicilia con quella luce e quel colore della pietra, tutto assume un aspetto, più armonioso ed elegante, a volte addirittura sensuale

  • Non sai quante volte ne parlo con una cara amica: io non ho mai letto Camilleri con il suo Montalbano e questa amica continua a parlarmente. E vorremmo farci un giro nei luoghi dove sono stati ambientati romanzi (e la fiction). Ma devo dire che già mi piacciono: adoro la Sicilia e adoro il barocco!

    • La Sicilia e i suo barocco sono meravigliose indipendentemente da Montalbano. Le sue avventure – per chi le ama – danno un motivo in più per andarci

  • Io me la vorrei girare tutta la Sicilia poi le tue foto di Scicli rendono sicuramente l’idea, a volte non ci rendiamo conto di quanta ricchezza e diversità paesaggistica abbiamo in Italia e la Sicilia ne è un grande esempio 🙂

  • E’ una vergogna dirlo, ma metà di UnaNuovaMeta – io, Deia – non ha mai messo piede in Sicilia 😛 E pensare nel mio sangue scorre anche sangue siculo! Sarà anche per quello che quando vedo questi paesini e panorami tipicamente siciliani, mi luccicano gli occhi? 🙂

    Urge tappa sull’isola, magari proprio a Scicli a seguire le orme di Montalbano!

    Baci!

    • ah ah il richiamo del sangue!! T innamorerai della Sicilia e sarai ancora più orgogliosa delle tue radici isolane

  • Da fan di Montalbano non potevo non apprezzare il tuo articolo, le foto poi, una più bella dell’altra! Semmai dovessi organizzare un tour in Sicilia seguirò le tue orme.

    • Grazie! Io ho adorato il commissario dal primo romanzo che ho letto. Scicli è bellissima a prescindere da lui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi