Gravlax, il salmone marinato col gusto del Nord

E’ una delle cose più buone che ho mangiato in Norvegia, il salmone marinato con l’aneto meglio conosciuto come Gravlax.

Nei ristoranti all’interno del mercato del pesce di Bergen, lo servono accompagnato dalla tipica senape norvegese ed è una vera delizia. Ha un sapore intenso e persistente che si associa meravigliosamente alle atmosfere rarefatte e alle acque gelide del Nord.

Gravlax, il salmone marinato col gusto del Nord
ristorante del mercato del pesce di Bergen

L’origine del Gravlax è da ricercarsi nella necessità di conservare il pesce pescato abbondantemente nei mari del Nord Europa in un periodo di tempo relativamente breve. Il salmone infatti si pesca nella stagione della riproduzione quando migra verso il mare.

Invece della salatura, considerato il costo del sale, nel medioevo i pescatori svedesi e norvegesi inventarono il “salmone interrato”: graved lax appunto.

Il salmone, leggermente salato e immerso nell’acqua con erbe e spezie, era interrato in una buca e coperto di corteccia di betulla e aghi di pino. Con questo processo di fermentazione il sapore che ne risultava era molto forte, quasi di ammoniaca ma all’epoca non si andava tanto per il sottile.

Gravlax, il salmone marinato col gusto del Nord
pescherecci nel porto di Bergen

Con gli anni la ricetta si è affinata. L’aggiunta di miele, sale, distillati locali e soprattutto aneto hanno trasformato il gravlax in un piatto saporito e delicato.

La marinatura, che dura ben 72 ore, ammorbidisce la carne del salmone e ne esalta il gusto.

Come dicevo, in Norvegia viene spesso servito accompagnato dalla sua salsa di senape aromatizzata con olio, aceto, miele e logicamente aneto!

Il mix di sapori, intensi e delicati, forti e dolci allo stesso tempo, mi fa andare immediatamente con la mente all’Artico. Al colore grigio del mare quando il cielo è coperto di nuvole, alle casette rosse dei pescatori sulle rive dei fiordi, al vento freddo e alle notti lunghe. Un piatto semplice che sa di mare e di fatica e che non poteva che essere inventato in Scandinavia.

Ricetta per preparare il Gravlax come in Norvegia

La ricetta del gravlax è molto semplice, l’importante è che il salmone sia fresco e abbattutto.

Ricoprite interamente il filetto di salmone con sale, zucchero e abbondante aneto. La dose dello zucchero dovrebbe essere doppia rispetto al sale, io lo faccio a occhio. A piacere si può aggiungere alla marinatura succo di limone oppure un liquore molto alcolico tipo vodka.

Gravlax, il salmone marinato col gusto del Nord
ph pixabay

Avvolgete il salmone con la pellicola, se potete mettetelo sotto un peso e lasciatelo in frigorifero per 72 ore. Poi scolate la marinatura, tagliate il gravlax a fettine sottili e servite con la senape. Potete anche optare per una salsa a base di yogurt alla quale sarebbe bene aggiungere un pò di aneto fresco.

Il salmone assumerà un colore molto intenso e per avere una presentazione di effetto potete aggiungere frutti di bosco oppure barbabietola rossa.

Il migliore che ho mangiato è stato al Fjellskål all’interno del mercato del pesce di Bergen, ma anche la mia versione mi ha soddisfatto.

Provatelo e fatemi sapere!

Gravlax, il salmone marinato col gusto del Nord
tipica atmosfera norvegese - Alesund

Aricoli correlati

18 Risposte
  1. Interessante, non l’ho mai mangiato così, sarebbe da provare. E’ bello viaggiare, e scoprire oltre alla storia del posto anche i cibi e piatti tipici.

  2. Mamma mia, se penso al gravlax potrei svenire dalla fame (soprattutto a quest’ora). Ti ringrazio per la ricetta, perché siccome sono completamente negata in cucina, pensavo che fosse una preparazione difficilissima da fare: invece questa ricetta sembra anche alla mia portata – ti farò sapere!
    Che bei ricordi mi sono tornati in mente vedendo le fotografie di Bergen.

    1. credo che il gravlax che si mangia in Norvegia abbia un ingrediente segreto che lo rende veramente speciale, forse è il salmone stesso. Però credimi che anche quello che si riesce a fare a casa è buonissimo

      1. Lo adoro!! Quando sono stata in Norvegia mi sono cibata praticamente solo di quello (e devo dire che in certi supermercati non costava nemmeno tanto, visto il range di prezzi norvegesi). Grazie mille per la ricetta, proverò a farlo!

  3. Buonissimo, da un sapore super delicato ma inconfondibile. L’ho assaggiato solo a Londra ma lo riprenderei sicuramente in Norvegia per saggiarne il gusto originale!

  4. Quanto mi piace il salmone, fatto così marinato deve essere una vera bontà che vorrei assaggiare, certo mangiarlo in Norvegia sarebbe il massimo della goduria con quei panorami intorno

  5. Marina Fiorenti

    Anche se non amo particolarmente il pesce, adoro il salmone e leggere l’articolo mi ha fatto venire l’acquolina in bocca. La prossima volta che tornerò in Norvegia dovrò proprio assaggiare il Gravlax!

  6. Io amo il salmone in tutte le salse quindi questa ricetta è davvero perfetta per me! Non mi sembra difficile da preparare quindi potrei davvero provare a prepararlo!
    Per l’abbattitura possiamo fare noi surgelandolo o si compra già abbattuto?

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi Post

Nave Vichinga conservata al Museo di Roskilde
Le Navi Vichinghe di Roskilde
05/12/2022
Montalcino, percorso multimediale Tempio del Brunello
Cosa vedere a Montalcino, un percorso tra Arte e Brunello
28/11/2022
Trondheim: vecchi magazzini colorati lungo il fiume
Cosa vedere a Trondheim la vivace città norvegese
21/11/2022

AMICIDELLANTO

Blog della community Travel Blogger Italiane

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi