Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

I viaggi dell'Anto

i viaggi non finiscono mai

I viaggi dell'Anto

I pomodori verdi fritti si mangiano ancora al Whistle Stop Café

“Pomodori verdi fritti alla fermata del treno” è un bellissimo film del 1991 tratto da un romanzo di Fanny Flagg e interpetato, tra gli altri da Kathy Bates.

la locandina del film Pomodori verdi fritti alla fermata del treno.

Il film narra la storia di due donne, molto diverse per carattere e temperamento ma ugualmente anticonformiste e coraggiose.

Insieme gestiscono un caffé , che serve degli eccezionali pomodori verdi fritti e che diventa presto il fulcro della piccola cittadina sorta intorno alla fermata del treno di Whistle.

l'insegna del Whistle caffé identica a come era nel film

Solo grazie al loro intenso rapporto, le protagoniste riescono ad affrontare i tanti ostacoli che devono superare nell’Alabama maschilista e segregazionista di inizio novecento.

Nel romanzo della Flagg, il legame tra le due donne è chiaramente omosessuale ma per ragioni commerciali nel film questo aspetto viene solo lasciato intuire nella bellissima scena in cui le ragazze simulano una lotta lanciandosi la farina.

ll film è ambientato in Alabama ma il famoso Whistle Stop Cafè  è a Juliette, a un paio d’ore di macchina  da Atlanta.

Ed è esattamente quello che ci ricordiamo di aver visto nel film.

l'entrata del Whistle Stop Café
il famose Whistle Cafè set originale del film

Non credo che i pomodori verdi fritti siano all’altezza di quelli cucinati da Idgie e Ruth, ma l’atmosfera è simpatica e la sporcizia dei tavoli assolutamente autentica.

l'interno del Whistle Stop Café a Juliette

Il piccolo e caratteristico centro di Juliette, che agli inizi del ‘900 era una trafficata stazione di posta, è  formato da una sola strada costeggiata dai vecchi edifici pubblici  come la Banca e la Posta  che oggi si sono trasformati in negozi di souvenir.

La vecchia stazione di Whistle a Juliette.
la stazione di Juliette

Il treno passa ancora accanto al caffè ma non scendono più i  passeggeri e a gustare il barbecue ci siamo  solo noi turisti.

la vecchia banca di Juliette

La ricetta originale dei pomodori verdi fritti

Ingredienti: pomodori verdi, farina di mais, grasso di pancetta, sale, pepe

Ricavare dai pomodori delle fette di circa 1/2 cm, condirle con sale e pepe e passarle nella farina di mais da entrambi i lati. Friggere le fette di pomodori in una padella con grasso di pancetta a sufficienza da ricoprirne il fondo, fino a che non saranno leggermente dorate.

il centro di Juliette

la Flagg ha pubblicato anche un ricettario (non tradotto in italiano) di tutti i piatti proposti al Whistle Stop Café , compreso il famoso barbecue……….perché, non dimentichiamolo:   “il segreto è nella salsa!”.

Per assaggiarli: The Whiste Stop Café – Juliette GA

44 Replies to “I pomodori verdi fritti si mangiano ancora al Whistle Stop Café”

    • Ah ah! Non sono poi una cosa straordinaria ma dopo aver visto il film era impossibile non assaggiarli!!

  • ADORO! Ti leggo sempre volentieri, mi regali delle chicche davvero straordinarie! Pomodori Verdi Fritti è uno dei miei film preferiti e non riesco a credere che tu sia stata davvero in quel caffè! TOWANDAAAAAAAAA XD

    • Ma grazie Francesca! Ho adorato quel film e l’ho visto e rivisto un sacco di volte! Il caffè l’ho cercato e obbligato i miei amici a fare la deviazione e mangiare i pomodori

  • Non conoscevo questo film e ora mi hai incuriosito. Non tanto per i pomodori verdi fritti, devo essere onesta, ma per la storia del coraggio di due donne in un’epoca non facile. Credo che potrebbe essermi di grande ispirazione!

    • E’ una bella storia raccontata con tenerezza e ironia. Un amore da nascondere e un coraggio da mostrare per affrontare il mondo difficile e soprattutto razzista dell’Alabama di quel periodo

  • Non ho mai visto questo film – quando è uscito non ero ancora nata, ma sicuramente leggendo il tuo post è sorto in me il desiderio di vederlo.
    La ricetta, poi, mi ha incuriosito e credo che proverò a prepararli … non credo di aver mai mangiato dei pomodori fritti! Grazie per lo spunto (sia culinario che di interesse cinematografico) 🙂

    • non eri ancora nata???? oddio ma sei una bambina! I pomodori fritti in sé non sono imperdibili ma il film e l’atmosfera del posto hanno reso quel pranzo davvero speciale

  • Che meraviglia!!!! Un altro cineviaggio .. adoro le location dei grandi film americani!! Pomodori verdi fritti è stato il film preferito della mia adolescenza 🙂

  • Tu non puoi immaginare quanto da adolescente mi sognavo di assaggiare questi pomodori verdi fritti! Mi ha deluso un po’ sapere che non sono all’altezza, ma con la ricetta magari proverò a replicarli a casa

    • Sicuramente ti vengono meglio! Al cafè forse contano molto sulla suggestione della location e trascurano la cucina. I tavoli invece mantengono lo sporco di allora, anzi si migliorano aggiungendone di nuovo ad ogni visitatore!

  • Pensando al film mi viene in mente solo una frase: towanda!!!!
    Ma i pomodori mi piacerebbe jn sacco assaggiarli e rivedere questo film che è davvero una metafora della vita

    • Towanda! Hai ragione, anche io quando penso al film mi ricordo di quella frase!! Il film ti dice qualcosa di nuovo ogni volta che lo riguardi.

  • Mai assaggiati i pomodori fritti! 🙂 Ma mi hai messo la curiosità…devo assaggiarli…Comunque super bello il posto! Adoro visitare le location dei film!

    • Se devo essere proprio sincera i pomodori non erano poi eccezionali e sicuramente non valevano quelli di Ruth ma la location mi è piaciuta moltissimo

  • Sai che non ho mai letto il libro? Ed è da tantissimo che non riguardo il film, l’ho visto solo una volta a casa di amici quando ancora si noleggiavano i DVD con la tessera oddio mi sento vecchia) *_* Bellissimi i viaggi a tema cinema! Hai fatto bene a fermarti! 😀

    • Io l’ho rivisto da poco e mi è piaciuto come allora (quando anch’io noleggiavo i dvd…) certi capolavori non hanno età.

    • sono d’accordissimo. La ricetta in sé non ha alcun significato se non vedi il film o li mangi in quel posto particolare

    • Un titolo così strano rimane impresso anche se sei bambina! prova a guardare il film prima di fare i pomodori, li gusterai di più

  • Quel film mi è rimasto impresso per il titolo e per la voglia di assaggiare i pomodori verdi fritti. Ma sai che non avrei saputo raccontarti la trama? eppure l’ho visto almeno un paio di volte. E forse l’ho visto che ero troppo giovane e distratta perchè non mi ero resa conto del rapporto omosessuale tra le due. Mi sa che lo devo rivedere… ora mi hai incuriosita.

    • Anche io la prima volta che l’ho visto non avevo colto il tipo di rapporto, poi ho letto il libro e quando ho rivisto il film ho capito!

    • ahah i pomodori fritti non sono nulla di speciale, ma al Whistle Stop Café, se hai visto il film, assumono un sapore delizioso!

  • ho visto questo film diverse volte sia da bambina con mia mamma che ora da adulta, è per me sempre una forte emozione che bel ricordo. Io non mangio i pomodori verdi e men che meno fritti, ma ripeto il film è davvero da vedere

  • Non ho mai sopperito alla mancanza di non aver mai visto questo film..il tuo articolo mi ha però davvero incuriosito! Ora devo assolutamente rimediare..

    • dipende molto dalla tua età! Nel periodo in cui l’ho visto per la prima volta il film mi ha colpito per aspetti diversi da quelli che mi colpiscono adesso. I pomodori sono una nota di colroe!

  • per me èc osi’ che bisogna viaggiare! visitando questi posti. per carità i posti super turistici e scontati vanno fatti anche quelli, ma vuoi mettere con il trovare gioiellini cosi’!

  • Mia madre mi raccontava di questo film proprio l’altro giorno, consigliandomene la visione. Secondo me é sempre un’emozione quando vedi qualcosa in un film o ne leggi in un libro e poi te lo ritrovi davanti. Hai sempre grandissime aspettative!

    • A me il film era piaciuto tantissimo e quando ho scoperto che il luogo in cui era stato girato non distava molto da Atlanta ci sono voluta andare per riassaporare quelle ambientazioni che tanto mi avevano affascinato. E, devo dire, non sono rimasta delusa!

  • Ricordo bene il film dai tempi della mia adolescenza! Peccato che i pomodori non fossero all’altezza di quelli di Idgie e Ruth, ma sicuramente il locale è carino da vedere e da provare. Anche la cittadina sembra molto carina, sicuramente merita una deviazione se si è da quelle parti.

  • Che bello vedere dal vivo luoghi che abbiamo conosciuto solo attraverso un libro o un film! Dev’essere stata una bella emozione!

  • Non ho mai visto questo film, questa sera provo a vedere se c’è su Netflix!
    Molto carino questo post, nonostante non sia particolarmente attratta da questi luoghi negli US devo dire che leggendoli fra le tue righe mi fanno incuriosire 🙂

    • sei troppo giovane per ricordarti di questo film!!! però la storia è comunque molto attuale e anche le atmosfere del Sud

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi